Jaeger-LeCoultre Accoglie la Luna Su Un Suo Orologi Tourbillon

Per la prima volta nella storia della Maison, Jaeger-LeCoultre Master Ultra Thin orologi tourbillon unisce uno spettacolare tourbillon alle fasi lunari; le due complicazioni rispettivamente a ore 6 e ore 12 sono accompagnate dai sempre ipnotizzanti secondi morti. La cassa da 41,5 millimeter è in oro rosa Le Grand Rose, una nuova lega Jaeger-LeCoultre che anche dalle foto del kit stampa sembra avere una tonalità diversa, più miele del solito oro rosa.

Il quadrante che sarebbe bianco opaco ha un aspetto classico sottolineato dalle sfere sfaccettate a Dauphine e dagli indici a freccia che a tratti presentano un profilo molto allungato.La information è marcata da una lancetta centrale che termina con il simbolo della manifattura e le fasi lunari dell'emisfero settentrionale che appaiono da un'apertura, mentre una doppia sfera le replica mobile indica anche l'età della Luna a passi di cinque giorni. Una finezza di questo orologio è rappresentata -- se ci fai caso -- proprio dalla sfera centrale della information che per non oscurare il tourbillon dal quindicesimo al sedicesimo giorno del mese compie uno scatto di 90° scavalcandolo. Il meccanismo regolatore è collegato a una sfera blu azzurrata che procede indicando i secondi saltando con i tipici secondi morti di Jaeger. Anche il ponte che sostiene il tourbillon è in oro lucido. Appena sotto sul rehaut che riporta i giorni del mese appare la scritta "Quantieme Lunaire" (calendario lunare).

orologi tourbillon

Per ottenere le fasi lunari gli orologiai Jaeger-LeCoultre sono partiti dal calibro 978, il movimento di manifattura a carica automatica con

Orologi da uomo tourbillon che in alcune versioni indica alle 12 i piccoli secondi. Questo calibro ha più di dieci anni ma ha un passato assai glorioso: è quello che ha vinto il Councours de Chronométrie 2009 facendo segnare uno scarto medio giornaliero di soli 0.13 secondi! Il nuovo movimento con tourbillon, fasi lunari e secondi saltanti è il calibro 983: il suo bilanciere oscilla a 28.000 alternanze/ora e la riserva di carica è di 45 ore.

Visibile dal fondello, mostra alcune finiture tipiche di Jaeger-LeCoultre come il rotore di carica scheletrato cpn il logo JLC e una combinazione di superfici lucide e micro-sabbiate. Sulla platina principale non mancano le classiche côtes p Genève, viti azzurrate, perlage e anglage sui ponti.